FOX

Bill Murray è pronto al nuovo Ghostbusters

di - | aggiornato

Bill Murray nel prossimo Ghostbusters? Basta chiedere.

47 condivisioni 1 commento

Condividi

Il successo di Ghostbusters, dagli anni '80 a oggi, non ha abbandonato i suoi protagonisti e nemmeno Bill Murray. L'attore ha partecipato al Festival di Cannes 2019 come protagonista del film di Jim Jarmush The Dead Don’t Die (I morti non muoiono). Per l'occasione, gli è stato chiesto quale fosse il suo rapporto con il franchise degli Acchiappafantasmi, dato che a breve inizierà la produzione di un nuovo Ghostbusters diretto da Jason Reitman.

Murray ha rifiutato per anni di partecipare a un altro film di Ghostbusters, e per questo motivo la serie originale non ha mai avuto un terzo capitolo. Poi, finalmente, Murray ha accettato una piccola parte nel reboot del 2016, ma non nei panni del suo storico personaggio Peter Venkman (ha infatti interpretato il dott. Martin Heiss, un professore che non crede nel paranormale).

Ora, il regista Jason Reitman - il cui padre, Ivan Reitman, ha diretto l'originale - è alla guida del nuovo Ghostbusters previsto per il 2020 e Murray ha detto, in un'intervista riportata da Indiewire, che non avrebbe problemi a parteciparvi:

Ero in quel film [il reboot, n.d.R.] solo perché me l'hanno chiesto e sapevo che se dicevo di no, era come dire che non sostenevo quel film. Ho pensato 'Ok, li supporterò perché li sostengo come persone'. Così come ho fatto quello potrei fare per il prossimo.

Sul franchise originale, Murray scherza dicendo che gli ha permesso di pagare il college di suo figlio. Poi torna serio e dice:

Abbiamo fatto questo film [il primo Ghostbusters, n.d.R.]. Noi ne siamo i custodi. È una grande cosa ed è stato un film davvero divertente da realizzare. È un vero film con dentro delle cose davvero divertenti.

Bill Murray in una scena del primo GhostbustersHDColumbia Pictures
Peter Venkman in Ghostbusters, poco prima di incontrare il fantasma Slimer

Murray ha anche aggiunto che il suo legame con il franchise era determinato dal suo rapporto con gli attori dell'originale. Ha elogiato i suoi colleghi Dan Aykroyd, Ernie Hudson, Harold Ramis, Rick Moranis, e Annie Potts, aggiungendo che sono delle vere star: hanno una carriera invidiabile e sanno comportarsi di conseguenza, trattano bene le persone intorno a loro, e non sono dei classici divi hollywoodiani snob.

Poi, Murray ha dichiarato che era il lato commerciale del franchise originale di Ghostbusters a non soddisfarlo: c'erano troppe influenze esterne che condizionavano il lavoro degli attori. Bill Murray ha fatto un esempio, raccontato un aneddoto.

La storia riguarda le riprese del primo Ghostbusters che si stavano svolgendo negli studi di proprietà Columbia Pictures nei primi anni '80, poco dopo l'acquisizione dello studio da parte di Coca-Cola:

Un giorno sono venuti sul set. All'improvviso, c'erano tipo 25 ragazzi della Coca-Cola in giacca e cravatta. Si sente l'odore delle persone che non appartengono al set, vero? Se ne sente l'odore. Si sente che ci sono energie strane all'opera. Si sente quasi l'odore del nemico, perché il nemico è la distrazione.

Mi piace raccontare questa storia perché per me è divertente. Così sono venuti [questi tizi] e noi siamo nel bel mezzo di una scena. Ho immediatamente smesso di fare quello che stavamo facendo e mi sono semplicemente avvicinato e ho iniziato a parlare con loro. E ho continuato a parlare con loro. Andavo avanti e avanti. Sono passati 2 minuti, poi 10, poi 30. Quand'è passata mezz'ora e si stavano avvicinando i 40 minuti, [i ragazzi di Coca-Cola] hanno iniziato ad andarsene dicendo: 'Ci sono 250 persone che ci guardano mentre parliamo con questo figlio di puttana. Forse dovremmo andare'. E se ne sono andati e non sono più tornati.

Il futuro del franchise

Il futuro di Ghostbusters sembra in buone mani, con alle spalle i fautori originali come Dan Aykroyd e Ivan Reitman. Il figlio di quest'ultimo lavorerà al nuovo film ambientato nell'universo del primo capitolo. Inoltre, nel 2019 Ghostbusters compie 35 anni e per l'occasione usciranno dei volumi speciali a fumetti e si svolgerà il primo raduno ufficiale di fan organizzato da Sony Pictures e da Ghost Corps (che gestisce il franchise).

Siete ancora pronti a credere in loro?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.