FOX

Bracconiere di cervi condannato a guardare Bambi una volta al mese in carcere

di - | aggiornato

La punizione perfetta per un bracconiere? Costringerlo a vedere Bambi almeno una volta al mese per più di un anno mentre sconta la sua pena in prigione.

L'immagine di un tenero cerbiatto Pixabay

916 condivisioni 0 commenti

Condividi

Robert George, un giudice del Missouri, ha condannato un bracconiere di cervi a una pena esemplare: David Berry Jr., nei mesi che trascorrerà in carcere, dovrà guardare Bambi, il classico Disney del 1942, almeno una volta al mese.

La news è stata riprese dal sito web Comic Book, che ci fa sapere che il bracconiere, di 29 anni, non è il solo ad essere stato condannato. Insieme a lui, altre due persone sono state ritenute responsabili dei aver cacciato gli animali illegalmente, senza regolare licenza. David, infatti, andava a caccia col padre, David Berry Sr., e Kyle Berry.

Il nostro dovrà scontare un anno in prigione, a cui si aggiungono altri 120 giorni a causa della violazione della libertà vigilata. Già in precedenza, infatti, nel 2016, David Berry Sr., David Berry Jr., Eric Berry e Kyle Berry avevano violato le leggi del Dipartimento di Conservazione del Missouri e in seguito erano stati loro negati i privilegi di caccia, pesca e cattura.

Secondo quanto riportato dai registri giudiziari, Berry sarà costretto a:

Guardare il film Bambi almeno una volta prima del 23 dicembre. 

A questa prima visione, ne seguiranno altre. Il condannato vedrà il lungometraggio animato:

Per lo meno una volta al mese durante il periodo di detenzione nel carcere della contea di Lawrence.

Così, David Berry Jr. dovrà rivivere ripetutamente la triste morte della madre del cerbiatto e riflettere sugli errori commessi.

Il procuratore Don Trotter ha detto che la caccia ai cervi avveniva solitamente di notte, quando i tre uomini, di nascosto, collezionavano i loro trofei: 

Prendevano le teste dei cervi e lasciavano marcire i loro corpi.

Prima di giungere a un verdetto, è stata svolta un'inchiesta durata ben otto mesi e mezzo, dopo la quale sono stati emessi i mandati di cattura per il trio.

Non sappiamo con certezza quanti cervi siano stati uccisi dai sospetti nel corso degli ultimi anni, ma possiamo fare una stima di diverse centinaia.

Così ha detto Andy Barnes, agente del Dipartimento di Conservazione della Contea.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.