FOX

Lucca Comics & Games: intervista al Maestro Disney Giorgio Cavazzano

di -

In occasione dei 90 anni di Topolino, a Lucca Comics and Games abbiamo incontrato Giorgio Cavazzano, vero e proprio Maestro del fumetto Disney. La nostra intervista.

18 condivisioni 0 commenti

Condividi

Grande festa a Lucca Comics & Games 2018 per gli amanti di Disney. Complici i 90 anni di Topolino, in fiera è stato possibile acquistare in anteprima una serie di volumi da collezione dedicati al topo più famoso dei fumetti, come la riedizione in formato Deluxe di Topolino e il fiume del tempo o Topolino presenta “La Strada”, l'omaggio a Federico Fellini sceneggiato da Massimo Marconi e disegnato da Giorgio Cavazzano.

Tra una conferenza e l'altra, siamo riusciti a scambiare quattro parole proprio con quest'ultimo, che ci ha raccontato la genesi di questa e di molte altre parodie a cui ha lavorato. Eccovi la nostra intervista.

Quest'anno si celebra il 90° compleanno di Topolino. Perchè secondo lei è un personaggio ancora così attuale?

Credo che un grosso merito lo abbia la sua immagine, talmente semplice ed elementare da renderlo immediato e di una bellezza straordinaria. Nel corso dei decenni, attorno a quei pantaloncini rossi con due bottoni dorati si è creato un interesse incredibile, una curiosità verso il personaggio che non è diminuita anche quando si è evoluto e modernizzato, modificando il suo vestiario per adattarsi alla contemporaneità.

Lei ha illustrato innumerevoli storie del personaggio: qual'è quella a cui è più legato?

La Strada, l'omaggio a Federico Fellini che qui a Lucca Comics viene riproposto in edizione Deluxe, è sicuramente una tappa importante della mia carriera, ma la storia a cui sono più legato in assoluto è Casablanca. Per me è stato un banco di prova importante, una vera e propria sfida che mi ha permesso di evolvere il mio stile in quello che utilizzo ancora adesso.

La nostra intervista a Giorgio CavazzanoHDMondoFox
MondoFox intervista Giorgio Cavazzano a Lucca Comics & Games 2018

E invece il personaggio famoso che si è più divertito a trasformare in un personaggio Disney?

Sicuramente il mio grande amico Vincenzo Mollica, che nella sua versione disneyana è diventato Vincenzo Paperica, anche se il primo a disegnarlo è stato Andrea Pazienza. E poi Mina, che è stata felicissima di essere paperizzata da me.

L'incontro tra Vincenzo Paperica e Mina Uack Disney / Panini Comics
L'incontro tra Vincenzo Paperica e Mina Uack per i disegni di Giorgio Cavazzano

Il suo nome è fortemente legato alle reinterpretazioni di grandi capolavori cinematografici e come ha detto qui a Lucca viene presentata una nuova versione da collezione de La Strada. Come è nato questo progetto?

La Strada è nata proprio grazie a Mollica. Quando Fellini mi telefonò per farmi i complimenti per Casablanca e mi propose di fare la parodia di uno dei suoi film, Vincenzo mi indicò questa pellicola come la più adatta per essere trasformata in una storia Disney.

Al contrario di Casablanca, qui i protagonisti indossano però i loro abiti classici, non quelli del film.

Questo dettaglio fu un'idea di Giulietta Masina, la moglie di Federico. Dopo alcuni giorni che provavo a disegnare a matita Topolino con addosso gli abiti di scena di Richard Basehart, l'attore che nel lungometraggio interpreta il Matto, ricevetti una sua telefonata in cui mi chiese se potevo vestire i personaggi con i loro costumi classici, quelli della sua infanzia. Trovo che sia stata una scelta molto azzeccata, ha infuso grande carattere alla storia.

Disegna ancora con la matita oppure è passato al digitale?

Continuo a lavorare con la matita, sono ancora fortemente attaccato alla manualità. Quello che mi manca davvero è tornare a colorare. Avrei bisogno di un anno sabbatico per poter dipingere, fare dei quadri. Questa continua proposta di storie, di copertine, purtroppo lascia poco spazio alla sperimentazione, che per un'artista è molto importante.

La cover di Topolino presente "La Strada"Disney / Panini Comics

Nella sua lunga carriera non ha parodizzato solo grandi film ma anche grandi fumetti, come ad esempio Corto Maltese, diventato nelle sue mani e in quelle dello sceneggiatore Bruno Enna "Topo Maltese".

È una storia realizzata per celebrare i 50 anni dalla nascita del celebre personaggio creato da Hugo Pratt che è anche casualmente coincisa con i festeggiamenti per i miei 50 anni di carriera in Disney. Ammetto che quando me l'anno proposta mi sono un po' preoccupato, perché Una ballata del mare salato, la prima avventura di Corto Maltese, è una vicenda molto cattiva e perfida, e non riuscivo a immaginare come potesse essere adattata per il nostro pubblico di riferimento.

Ne è però uscito fuori un vero e proprio omaggio alla creatura di Pratt, adatto anche ai più piccoli ma con molti livelli di lettura.

Sì, questo progetto l'ho vissuto come un vero e proprio gesto d'affetto verso Pratt, tant'è vero che ho lasciato intatte alcune inquadrature presenti nella storia originale proprio per rendergli tributo.

Topo Maltese disegnato da CavazzanoHDDisney / Giorgio Cavazzano
Topo Maltese, parodia disneyana del celebre Corto Maltese, disegnata da Giorgio Cavazzano

Parlando di tributi, di recente le è stata dedicata una grande mostra personale a Città di Castello.

Sì, un'esposizione davvero ricchissima, ne sono stato molto onorato. Molti dei miei lavori saranno inoltre esposti tra qualche giorno a Desenzano del Garda, che ospiterà una collettiva per celebrare i 90 anni di Topolino.

Oltre che esposto in mostra, possiamo contare di rivederla presto anche sul settimanale dedicato al personaggio?

Attualmente sto raccogliendo documentazione per una storia norvegese che avrà come protagonista Paperone, una vicenda realmente accaduta alla fine dell'800 con al centro una spedizione non andata propriamente a buon fine.

Non vediamo l'ora di leggerla!

E io di disegnarla!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.