FOX

Pulp Fiction: le migliori frasi dal film cult di Tarantino

di -

Dalle frasi esistenzialiste agli sproloqui nonsense e geniali, dalla filosofia pop alle perle dei gangster: ecco le citazioni più belle del cult di Quentin Tarantino Pulp Fiction.

Una scena di Pulp Fiction Cecchi Gori

6 condivisioni 0 commenti

Condividi

Considerato uno dei cult e dei migliori film della storia del cinema, Pulp Fiction è un capolavoro pop e spartiacque del 1994, un gangster movie sui generis pervaso di humor e ironia, che ha fruttato l'Oscar per la Miglior sceneggiatura oltre a quello di Miglior film, Miglior regia, Miglior attrice non protagonista, Miglior attore non protagonista e Miglior Montaggio.

La storia parla dell'incrocio tra due rapinatori, alcuni gangster, un pugile e la moglie di un boss criminale, con conseguenze violente e paradossali.

Diretta da Quentin Tarantino, la pellicola schiera John Travolta, Samuel L. Jackson, Uma Thurman, Tim Roth, Harvey Keitel e Amanda Plummer, con un cammeo dello stesso regista.

Ecco le frasi più indimenticabili.

Le citazioni di Vincent Vega

Vincent Vega in una scena di Pulp FictionHDCecchi Gori
Le frasi di Vincent

"Ecco, la barzelletta faceva così: ci sono tre pomodori che camminano per strada, papà pomodoro, mamma pomodoro e il pomodorino. Il pomodorino cammina con aria svagata, allora il papà si arrabbia, va da lui, lo schiaccia e dice: ‘Fai il concentrato!’"

"Ora, se vuoi scusarmi, vado a casa a farmi venire un infarto"

"Perciò, tu ora vai fuori e dici: 'Buonanotte, ho passato una bellissima serata'; infili la porta, entri in macchina, vai a casa, ti fai una sega e finisce la storia"

"Accidenti, è davvero buono questo frullato, non so se vale 5 dollari, ma ca**o è veramente buono!"

"Ti secca se me la sparo qui?"

"Ma tu l'hai mai fatto un massaggio ai piedi?"

"Beh, io sono del parere, anche se Marcellus vivesse 100 anni, non c'è bisogno che sappia di quest'incidente!"

"Sì. La faccenda è così, ascolta: è legale comprarlo, è legale possederlo, e se sei il proprietario di un hashish bar è legale venderlo; è legale averlo addosso, ma, ma questo non importa perché – sentimi bene ora – se vieni fermato da un poliziotto ad Amsterdam è illegale per lui perquisirti! Insomma, questo diritto i poliziotti ad Amsterdam non ce l'hanno"

"Hai mai visto quel programma sugli sbirri? Una volta lo stavo guardando e c'era uno sbirro che raccontava di una sparatoria in un corridoio con un tizio, va bene? Gli ha svuotato addosso il caricatore e non è successo niente, non l'ha colpito. Capisci? Erano solo lui e quell'altro... insomma, ecco... è pazzesco, ma può capitare!"

Le citazioni di Mia Wallace

Mia Wallace in una scena di Pulp FictionHDCecchi Gori
Le frasi di Mia

"Quando voi maschiacci vi riunite siete peggio di un circolo di cucito..."

"Non odi tutto questo? I silenzi che mettono a disagio... Perché sentiamo la necessità di chiacchierare di puttanate per sentirci più a nostro agio? [...] È solo allora che sai di aver trovato qualcuno davvero speciale: quando puoi chiudere quella cazzo di bocca per un momento e condividere il silenzio in santa pace"

"Era un programma su una squadra di donne agenti-segreto chiamato 'Volpi Forza 5'. Volpi perché eravamo in gamba, astute e carine, Forza perché eravamo una forza con cui fare i conti. E cinque perché eravamo uno, due, tre, quattro e cinque di numero. C'era una bionda, Somerset O'Neal: lei era il capo. La volpina giapponese era una maestra di arti marziali, alla ragazza nera toccavano le demolizioni: era un'esperta. La volpina francese aveva una specialità: il sesso. La mia specialità? Lame affilate. Il mio personaggio, Raven McCoy, aveva una storia, era... era venuta su cresciuta da artisti del circo. Secondo il copione era la donna più pericolosa del mondo con un coltello..."

"Sappiamo che abbiamo trovato qualcuno di speciale quando si può stare zitti e condividere un piacevole silenzio"

"Ho detto: cazzo che botta!, che botta cazzo! Cazzo che botta!"

"Se non sbaglio Marcellus, mio marito, il tuo capo, ti ha detto di portarmi a spasso e di fare tutto quello che voglio. E io voglio ballare, voglio vincere e voglio quel trofeo"

Le citazioni di Jules Winnfield

Jules Winnfield in una scena di Pulp FictionHDCecchi Gori
Le frasi di Jules Winnfield

"Voglio che tu guardi in quel sacco, e trovi il mio portafogli. Quello con la scritta ‘Brutto figlio di puttana’"

"In un'altra occasione vi ritrovereste col cervello spappolato, ma per vostra fortuna mi avete trovato in un momento di transizione" 

"Sono fesserie come questa che poi fanno finire la situazione in vacca" 

"Non ricordo d'averti fatto nessuna domanda del cazzo se non sbaglio!"

"Ora Ringo, conterò fino a tre, e quando arrivo a tre voglio che molli subito la pistola, piazzi le mani aperte sul tavolo e metti quel tuo culo a sedere. Ma quando lo fai, lo fai zitto e quieto: sei pronto?"

"Mi chiamo Jerda, e non è con le chiacchiere che uscirai da questa merda"

"Ezechiele 25.17: "il cammino dell'uomo timorato è minacciato da ogni parte dalle iniquità degli esseri egoisti e dalla tirannia degli uomini malvagi. Benedetto sia colui che nel nome della carità e della buona volontà conduce i deboli attraverso la valle delle tenebre; perché egli è in verità il pastore di suo fratello e il ricercatore dei figli smarriti. E la mia giustizia calerà sopra di loro con grandissima vendetta e furiosissimo sdegno su coloro che si proveranno ad ammorbare ed infine a distruggere i miei fratelli. E tu saprai che il mio nome è quello del Signore quando farò calare la mia vendetta sopra di te." Ora, sono anni che dico questa cazzata, e se la sentivi significava che eri fatto. Non mi sono mai chiesto cosa volesse dire, pensavo che fosse una stronzata da dire a sangue freddo a un figlio di puttana prima di sparargli. Ma stamattina ho visto una cosa che mi ha fatto riflettere. Vedi, adesso penso, magari vuol dire che tu sei l'uomo malvagio e io sono l'uomo timorato, e il signor 9mm, qui, lui è il pastore che protegge il mio timorato sedere nella valle delle tenebre. O può voler dire che tu sei l'uomo timorato, e io sono il pastore, ed è il mondo ad essere malvagio ed egoista, forse. Questo mi piacerebbe. Ma questa cosa non è la verità. La verità è che TU sei il debole, e io sono la tirannia degli uomini malvagi. Ma ci sto provando, Ringo, ci sto provando, con grande fatica, a diventare il pastore"

"Dobbiamo togliere la macchina dalla strada, gli sbirri tendono a notare cose tipo guidare una macchina inzuppata di sangue" 

"Non è neanche lo stesso campo da gioco cazzo. Ora senti, forse il tuo metodo di massaggi è diverso dal mio ma sai... toccare i piedi di sua moglie e infilarle la lingua nel più sacro dei suoi buchi non è lo stesso campo da gioco, non è lo stesso campionato, e non è nemmeno lo stesso sport"

"Hamburger, dici? La colonna portante di ogni colazione vitaminica" 

"Dunque, esaminiamo la situazione: normalmente le vostre budella si ritroverebbero sparpagliate nel locale, ma per caso mi avete trovato in un periodo di transizione, perciò non voglio uccidervi, voglio aiutarvi"

"Di solito non posso mangiarli perché la mia ragazza è vegetariana, e questo praticamente fa di me un vegetariano"

Le citazioni di Marcellus Wallace

Marcellus Wallace in una scena di Pulp FictionHDCecchi Gori
Le frasi di Marcellus

"Rivolterò il mondo per trovarlo, e anche se andasse in Indocina uno dei nostri starà nascosto in una ciotola di riso pronto a sparargli nel culo"

"Due cose. Uno: non raccontare questa storia. Questa cosa resta fra me, te, e il merdoso che presto vivrà il resto della sua stronza breve vita fra agonie e tormenti, il violentatore, qui. Non riguarda nessun altro questo affare. Due: lascia la città stasera, all'istante, e una volta fuori, resta fuori, o ti faccio fuori: a Los Angeles hai perso i tuoi privilegi"

"Hai sentito quello che ti ho detto, pezzo di merda? Con te non ho finito neanche per il cazzo, ho una cura medievale per il tuo culo"

"Penso che ti ritroverai, quando tutta questa merdata sarà finita, ad essere un figlio di puttana sorridente"

"Questa è una merdosissima realtà della vita, ma è una realtà della vita davanti alla quale il tuo culo deve essere realista"

"È l'orgoglio che ti blocca il cervello e te lo mette nel culo. Mettiglielo tu nel culo. L'orgoglio fa solo male. Non aiuta, mai! Supera certe cagate"

Le citazioni di Mr. Wolf

Una scena di Pulp Fiction con Mr. WolfHDCecchi Gori
Le frasi di Mr. Wolf

"È un tipo isterico?... a che ora è prevista?... m-mh... ripetimi i nomi dei presenti... Jules, nero... m-mh... Vincent, bianco... Jimmy, bianco... Bonnie, nera... m-mh... un corpo senza testa... ci vogliono trenta minuti, ce ne metterò dieci"

"Ci vogliono 30 minuti... ce ne metterò 10"

"Sono il Signor Wolf, risolvo problemi"

"Questo ci da... 40 minuti per toglierci dalle palle e se fate quello che vi dico quando ve lo dico sono sufficienti"

"Allora, prima cosa: voi due, prendete il corpo e mettetelo nel portabagli. Jimmy, la tua mi sembra una casa ben curata e questo mi fa pensare che nel garage o sotto il lavandino ci sono molti prodotti, detersivi... Bene, quello che voi due [Vincent e Jules] dovete fare è prendere questi detersivi e pulire l'interno della macchina e intendo dire presto, presto, presto! Dovete andare sul sedile posteriore e raccogliere tutti quei pezzettini di cervello e di cranio e toglierli da lì"

"Chiariamoci campione, non sono qui per dirti per favore. Sono qui per dirti cosa fare. E se un istinto di conservazione ancora lo possiedi sarà meglio che tu lo faccia... e subito anche. Sono qui per dare una mano e se il mio aiuto non è apprezzato... tanti auguri signori miei"

Dialoghi

Una scena di Pulp FictionHDCecchi Gori
La scena alla tavola calda

Vincent: A che serve una borchia sulla lingua?
Jody: È sensuale, aiuta la fellatio. 

Jules: Ah merda... non ti perdonerò mai per la stronzata che hai fatto, questa roba fa schifo, schifo!
Vincent: Conosci quella filosofia secondo cui quando un uomo ammette di avere sbagliato gli vengono immediatamente perdonati tutti i suoi errori? L'hai mai sentito dire?
Jules: Sparisci dalla mia vista con queste cagate; il figlio di puttana che l'ha detto non ha mai dovuto raccogliere pezzettini di cranio per colpa della tua stupidità.
Vincent: C'è un limite, Jules, c'è un limite preciso alle offese che posso accettare: in questo momento sono una macchina da corsa e tu mi spingi al massimo. Ti sto soltanto dicendo che è pericolosissimo spingere al massimo una macchina da corsa, tutto qua: potrei esplodere!
Jules: Oh, stai per esplodere?!
Vincent: Sì, sto per esplodere!
Jules:: E io sono un fungo atomico sterminatore figlio di puttana, figlio di puttana, ogni volta che le mie dita toccano cervelli divento Superfly TNT, divento i Cannoni di Navarone! Infatti, ma... che c. ci sto a fare io qui dietro?! Sei tu che devi pensare al cervello! Scambiamoci il posto: io pulisco i finestrini e tu raccogli il cranio di questo stronzo!

Butch: Stai bene?
Marsellus: No amico, mai stato così lontano dallo stare bene...

Jules: Ma porca puttana! Che cazzo stai facendo con questo asciugamani?
Vincent: Mi stavo asciugando le mani.Jules: Be', di solito uno se le lava, prima.
Vincent: Hai visto che me le sono lavate.
Jules: Ho visto che te le sei bagnate.
Vincent: Le stavo lavando, questa schifezza è difficile da togliere, se ci fosse della pietra pomice avrei fatto di meglio.
Jules: Però io ho usato lo stesso sapone. Quando ho finito l'asciugamani non assomigliava ad un maxi assorbente

Wolfe: Voglio farti una domanda Jimmy, se non ti dispiace.
Jimmy: No no no... fa' pure.
Wolfe: Lo zio Conrad e la zia Ginny erano miliardari?
Jimmy: No no.
Wolfe: Bene, lo zio Marsellus invece sì

Ringo: Nella valigetta?
Jules: Il bucato sporco del mio capo.
Ringo: Il tuo capo ti fa lavare il bucato?
Jules: Quando lo vuole pulito.
Ringo: Sembra un lavoro di merda.
Jules: Strano, stavo pensando la stessa cosa

Jules: Sai come chiamano un quarto di libbra con formaggio in Francia?
Brett: No.
Jules: Diglielo, Vincent!
Vincent: "Royale con formaggio".
Jules: "Royale con formaggio"! E sai perché lo chiamano così?
>Brett: Per il sistema metrico decimale.
Jules: Ma guarda che bel cervellone ha il nostro Brett! Sei in gamba, figlio di puttana, lo sai?

Mr. Wolf: Mi rispettano tutti perché io ho carattere.
Raquel: Anch'io ho carattere.
Mr. Wolf: No, tu hai un caratteraccio non vuol dire che tu abbia carattere!

Quale di queste frasi è la vostra preferita?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.