FOX

Una stella sulla Walk of Fame per l'indimenticabile Steve Irwin

di -

Terri, Bindi e Robert Irwin hanno partecipato alla cerimonia per la stella concessa al documentarista Steve Irwin, a 12 anni di distanza dalla sua tragica morte.

La famiglia di Steve Irwin sulla Walk of Fame

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Il 26 aprile 2018 Steve Irwin ha ricevuto la sua stella sulla Walk of Fame. La moglie Terri e i due figli Robert e Bindi hanno presenziato alla cerimonia e ricordato quest’uomo straordinario, alla cui attività di documentarista Hollywood ha dedicato la stella.

La figlia Bindi ha dichiarato:

È un vero onore…papà era il nostro supereroe. Avere a disposizione tutto il suo fantastico materiale di lavoro ci ha permesso di conoscerlo in questo modo bellissimo. Così tante persone perdono una persona cara e hanno solo poche fotografie selezionate, ma la nostra infanzia è stata filmata…Se qualcosa inizia a svanire, siamo in grado di premere play e guardare indietro tutti questi momenti speciali.

Al momento della morte di Steve nel 2006, Bindi aveva 8 anni e Robert solo 3 anni. I due però sono stati protagonisti dei documentari girati dal padre e hanno deciso di continuarne l’eredità, diventando parte attiva del meraviglioso Australia Zoo dove vivono insieme a 1,200 animali

Chi era Steve Irwin

La passione di Steve per gli animali e la vita selvaggia è un'eredità di famiglia. I suoi genitori si trasferiscono da Melbourne a Brisbane nel 1970 per aprire un rettilario con annesso zoo. Steve ha 8 anni e rimane folgorato dalla vita in mezzo alla natura. Nonostante l’incoraggiamento dei genitori a seguire le sue inclinazioni, Steve resta a lavorare nello zoo ribattezzato nel 1998 Australia Zoo.

Proprio nel 1998 inizia anche l’attività di documentarista con la moglie Terri, che dopo la sua morte si è impegnata a mantenere vivo il sogno dell’uomo denominato Crocodile Hunter.

La vita di Steve è stata costellata da grandi viaggi di scoperta in mezzo alla natura più selvaggia. E gli apprezzamenti e i riconoscimenti per il suo lavoro non sono certo mancati, come non sono mancate le polemiche. Nel 2004, per esempio, è stato oggetto di numerose proteste degli animalisti e delle associazioni a tutela dell’infanzia per il famoso documentario in cui dava da mangiare a un coccodrillo tenendo in braccio il figlio di un mese.

La sua morte è stata sicuramente tragica, ma forse Steve era predestinato a morire proprio mentre faceva la cosa che amava di più al mondo. Stava girando, infatti, un documentario sottomarino quando è stato colpito dall’aculeo avvelenato di una razza spinosa. Steve si è sfilato da solo l’aculeo dal petto, mentre il suo cameraman riprendeva tutta la scena. Purtroppo, il successivo trasferimento in ospedale con un elicottero non è servito a nulla e Steve è stato dichiarato morto il 4 settembre del 2006.

Dopo la morte, Terri ha deciso di distruggere il filmato senza divulgarlo. E giovedì 26 ha deciso di festeggiare con il sorriso il riconoscimento della stella assieme ai due figli. Come loro stessi hanno sottolineato, Steve non è mai morto ma continua a vivere grazie al suo lavoro!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.