FoxComedy

Harry Potter e il Calice di Fuoco, le differenze fra libro e film

di -

Il Torneo Tremaghi e il ritorno di Voldemort: Harry Potter e il Calice di Fuoco è il quarto film della celebre saga scritta da J.K. Rowling. Ma quali sono le sue differenze con il libro?

Robert Pattinson, Miranda Richardson e Daniel Radcliffe in Harry Potter e il Calice di Fuoco Copyright Warner Bros.

633 condivisioni 2 commenti

Condividi

Harry Potter e il Calice di Fuoco è uno dei libri della saga di Harry Potter più amati dai fan.
Per motivi diversi, anche il suo adattamento cinematografico, uscito nelle sale nel 2005, è considerato uno dei migliori.

Diretto dal regista di Quattro matrimoni e un funerale, Mike Newell, il film è tra i più iconici della saga per diversi motivi: fa finalmente il suo debutto Ralph Fiennes nei panni dell’indimenticabile Voldemort, e troviamo piccole grandi star come Robert Pattinson nei panni del Tassorosso Cedric Diggory e David Tennant, volto del mago purosangue Barty Crouch Jr.

In questo quarto capitolo tutto ruota intorno al Torneo Tremaghi e la rinascita del più grande nemico di Harry Potter. Il torneo è una celebre competizione tra studenti di diverse scuole di Magia in cui i partecipanti – scelti dal Calice di Fuoco – devono affrontare sfide di coraggio e capacità. In Harry Potter e il calice di fuoco la competizione si tiene proprio ad Hogwarts. 

Ma come per ogni adattamento di un romanzo, le differenze tra libro e film sono sempre dietro l’angolo. E quali saranno quelle più importanti in Harry Potter e il Calice di Fuoco? Ve le elenchiamo di seguito.

  • Nel libro, quando Silente scopre che il nome di Harry è stato estratto dal Calice di Fuoco la sua domanda “Hai messo il tuo nome nel Calice di Fuoco?” è pronunciata con la calma con cui siamo soliti riconoscerlo. Nel film, invece, Michael Gambon recita la battuta nel modo opposto, con un’aggressività inaspettata.

  • La calma di Silente nel libro rispecchiava anche quella della prima sfida lanciata ai partecipanti dal Calice: la sfida con il Drago è decisamente meno epica e dinamica rispetto alla versione del film. Nelle pagine scritte da J.K Rowling Harry è abbastanza cauto da tenersi nei confini dell’arena senza volare in lungo e in largo attraverso tutta Hogwarts.

  • Nel film Harry riesce a sopravvivere alla sfida subacquea grazie all’Algabranchia che gli consegna Neville. Ma i fan del libro ricorderanno che è Dobby, in realtà, a salvare il nostro eroe pochi minuti prima che la sfida cominci. Ma del simpatico elfo nel film non c’è nessuna traccia.

Harry Potter e il Calice di Fuoco, immagine ufficialeHDCopyright Warner Bros.
Ron, Hermione e Harry in Harry Potter e il Calice di Fuoco
  • Il personaggio di Rita Skeeter (interpretata da Miranda Richardson) ha una sola grande scena nel film, durante l’intervista prima del Torneo Tremaghi, e di lei non ci viene rivelato molto. Nel romanzo, invece, scopriamo che tutte le numerose informazioni che ottiene per le sue storie sono dovute al fatto che la giornalista è un’Animagus, ovvero capace di trasformarsi in un animale - e oltretutto illegalmente, visto che la donna non è registrata come Animagus.

  • Il personaggio del padre di Cedric Diggory, Amos, è caratterizzato diversamente nel film rispetto al libro: se nel primo è un uomo gentile e affabile, nel secondo è ricordato come una persona arrogante che amava sottolineare la bravura del figlio rispetto a quella di Harry Potter. 
  • Tra le interviste di Rita Skeeter, nel romanzo è impossibile dimenticare quella con Hagrid, i cui effetti portano alla rivelazione che l'uomo è in parte gigante. E parlando sempre del simpatico Hagrid, nel film non viene approfondito il rapporto con Madame Maxime, preside Mezzogigante dell'Accademia di Beauxbatons.

Harry Potter e il Calice di Fuoco, altre piccole variazioni.

Dobby non è l’unico personaggio che manca da Harry Potter e il Calice di Fuoco.

Anche se non del tutto essenziali, tanti altri piccoli cambiamenti tra romanzo e film sono stati realizzati, piccoli dettagli che forse non ricorderemo sempre. Come la mancanza totale dei Dursley – con cui Harry è costretto a passare ogni estate - dell’ex giocatore di Quidditch Ludo Bagman e della professoressa Trelawney (Cooman, nella versione italiana). Nessuna traccia anche dei riferimenti a Bertha Jorkins, l'impiegata del Ministero che subisce torture da parte Voldemort e Codaliscia con lo scopo di ottenere informazioni.

Avevate notato tutte queste differenze? Siete grandi fan dell'adattamento di Harry Potter e il Calice di Fuoco?

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.