FOX

300 dollari a chi chiederà a Trump come sono le relazioni USA/Wakanda

di -

Il Marvel Cinematic Universe invade la politica americana. Una scrittrice è pronta a offrire una ricompensa al giornalista che abbia il coraggio di chiedere al Presidente Trump quali siano gli attuali rapporti tra gli States e il Wakanda.

Trump e T'Challa: leader a confronto

100 condivisioni 18 commenti

Condividi

La presidenza di Donald Trump verrà ricordata come una delle più controverse e discusse della storia americana. In un suo recente intervento davanti al Congresso, il Presidente avrebbe incitato i suoi colleghi a spremersi le meningi per cercare di trovare un modo per riformare l'attuale legge sull'immigrazione.

Tuttavia nel farlo - stando a quanto riporta The Guardian - avrebbe usato degli epiteti davvero poco carini nei confronti di alcuni paesi africani, rei, secondo la sua opinione, di non gestire in maniera adeguata il loro flusso migratorio.

Ed è proprio a questo punto che la scrittrice Sara Benincasa ha deciso di coinvolgere il Marvel Cinematic Universe nella questione. In un tweet, tra il serio e il faceto, ha offerto 300 dollari al giornalista che avesse chiesto a Donald Trump quali fossero le attuali relazioni tra gli Stati Uniti e il Wakanda.

Offro 300 dollari al giornalista che molto seriamente chiederà a Trump la sua opinione sulle relazioni del nostro paese con il Wakanda. Il tutto dovrà essere registrato in un video dal vivo. Lo so, per qualcuno non sarà una grande ricompensa ma so anche quello che molti reporter sono disposti a fare quindi restano 300 dollari.

Per chi ancora non lo sapesse, il Wakanda è uno stato immaginario dell'Africa creato da Stan Lee e Jack Kirby nel 1966 nonché la patria di T'Challa, il sovrano con licenza da supereroe, protagonista di Black Panther, il nuovo cinecomic prodotto dai Marvel Studios in uscita il 14 febbraio in Italia.

E l'offerta raddoppia se si aggiunge il Soldato d'Inverno

Come spesso accade in questi casi la risposta del web è stata immediata e a tratti davvero esilarante. E c'è chi ha addirittura proposto di raddoppiare l'offerta se alla prima domanda ne avesse fatto seguito un'altra il cui oggetto fosse un secondo personaggio Marvel: il Soldato d'Inverno.

Alex Zalben mette in palio ben 600 bigliettoni per chi abbia l'ardire di chiedere al Presidente della più grande potenza militare del mondo se i rapporti con un fittizio paese africano siano resi ancora più complicati dal fatto che questo stia offrendo asilo al "noto" terrorista fuggitivo James Buchanan Barnes.

Se a questa domanda ne farete seguire un'altra (a cui Trump dovrà rispondere) in cui chiederete al Presidente se le relazioni America/Wakanda siano rese complicate dal fatto che lo stato africano stia offrendo asilo al terrorista fuggitivo James Buchanan Barnes, raddoppierò l'offerta.

Certo, se "The Donald" cadesse non una ma ben due volte nello stesso tranello, la sua credibilità ne uscirebbe irrimediabilmente compromessa.

E voi cosa ne dite? Avreste il coraggio di fare queste domande a Trump?

Condividi

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.