FOX

Da John Lennon a Pac-Man, ecco i 13 Google Doodle più belli di sempre

di -

Giochi, musica classica, rock, sport, personaggi famosi hanno composto una serie di splendidi Google Doodle. Ecco quali sono i migliori di sempre.

I Google Doodle che ci danno il buongiorno

11 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

Il sole splende, i vostri biscotti preferiti sono in tavola – accanto a un cappuccino vibrante e schiumoso – e Google è pronto a darvi il buongiorno con un Doodle inaspettatamente coinvolgente.

Se il buongiorno si vede dal mattino e se il mattino ha l’oro in bocca, una giornata iniziata con il Google Doodle giusto non potrà che decollare.

I primi Google Doodle

I Google Doodle sono delle temporanee alterazioni dell’homepage di Google, il celebre motore di ricerca. Di solito i Doodle sono legati a particolari ricorrenze: feste, cerimonie, celebrazioni, compleanni, personalità illustri, anniversari.

Il primo Google Doodle della storia risale al lontano (!) 1998 ed era stato concepito per celebrare il Burning Man Festival, un Festival di 8 giorni che si svolge a Black Rock City.

Il Google Doodle di Burning Man del 1998HDGoogle
Il primo Google Doodle su Burning Man

Black Rock City è una città speciale, perché vive solo per alcuni giorni all’anno ed è adagiata sulla distesa salata (sabkha) del Deserto Black Rock nel Nevada.

Il primo Doodle ha una genesi divertente: fu disegnato da Larry Page e Sergey Brin per giustificare agli utenti la propria assenza dagli uffici di Google (dovuta proprio al Burning Man) nel caso il sistema fosse andato in crash.

L’idea ebbe successo e i Google Doodle diventarono un appuntamento ricorrente. Il secondo Doodle fu realizzato nel 2000, per il giorno della Presa della Bastiglia, e da allora fu allestita una squadra di "Doodlers" – creativi, grafici e web designer – impegnati nella creazione dei giochi e delle immagini animate.

Il Doodle della Presa della Bastiglia rilasciato nel 2000Google
Il Doodle della Presa della Bastiglia

Inizialmente i Doodle erano immagini di testo con delle scritte in sovrimpressione che spiegavano il personaggio o la ricorrenza celebrati.

Il primo Doodle animato fu progettato nel 2010 per festeggiare Sir Isaac Newton (con una mela che cadeva dal ramo) e da allora i creativi si sono lanciati in esperimenti sempre più arditi, dalla possibilità di giocare a Pac-Man a quella di suonare uno strumento.

Vi entusiasmate per i Google Doodle?

Ecco quali sono stati i migliori di sempre fino ad ora (a nostro giudizio).

13- Halloween 2011

Ad Halloween non mancano mai le zucche, e nel 2011 Google ha voluto onorare la festa del terrore con una squadra di zucche e un team animato di persone che le hanno intagliate e ovviamente illuminate con i classici caratteri di Google.

Il risultato è stato un Doodle vivace e veloce.

12 - Il cubo di Rubik

Come dimenticare il rompicapo del cubo di Rubik (quello che Sheldon non si disturbava neanche a provare ma che indossava direttamente sulle proprie T-shirt)? Tutti ci saremo cimentati qualche volta nel gioco, cercando (spesso inutilmente) di costruire le facce del cubo con lo stesso colore.

Google Doodle ha onorato Rubik il 19 maggio 2014, permettendo ai propri utenti di giocare con il cubo (in digitale, s'intende).

Un'immagine del cubo di RubikWikipedia
Il celebre cubo di Rubik

Puoi giocare con il Doodle interattivo sul sito dei Doodle di Google.

11 - Il compleanno di Franz Kafka (130 anni)

Se (improbabilmente) fosse stato vivo, il 3 luglio 2013 Franz Kafka avrebbe soffiato su 130 candeline.

Google ha festeggiato la ricorrenza e ha reso omaggio al famosissimo scrittore di Praga con un Doodle speciale, dedicato a una delle sue opere più importanti: La metamorfosi (1915).

Nel Doodle, un breve video in bianco e nero e con tratti stilizzati, vediamo un venditore porta a porta che si è trasformato in un enorme insetto, con tanto di papillon. Alienazione, trasformismo e maschere umane - i temi cari alla letteratura kafkiana - sono andati a comporre il logo.

Cosa bisogna fare, cercare al volo l’insetticida?

10 – Giornata della Terra 2013

La Giornata della Terra, che cade il 22 aprile, è stata celebrata nel 2013 da Google con uno splendido Doodle, un video che ha ricreato il ciclo giorno-notte su montagna verde dalla vetta innevata, illuminata da un sole sferico (contrassegnato dal celebre simbolo Play) e un piccolo limpido laghetto solcato da pesci guizzanti. La natura animata va a comporre la scritta Google tra le montagne, le colline e il rivolo d'acqua.

L’idilliaco paesaggio ha evocato le tematiche relative alla cura del pianeta, all’ambiente da salvaguardare, a uno stile di vita ecosostenibile da adottare.

9- Le donne che hanno cambiato il mondo

L'8 marzo 2017, in occasione della Festa della Donna, Google ha deciso di celebrare con un Doodle speciale 13 grandi protagoniste del mondo femminile: avvocati, scienziati, pittrici, le donne in questione si sono distinte - superando ostacoli, problemi fisici o privazioni dovute proprio al loro gender, e hanno letteralmente cambiato la storia.

Ma di chi si tratta? Dell'artista Frida Kahlo, della giornalista Ida B.Wells, dell'architetto Lina Bo Bardi e di tante altre.

8- Il compleanno di Freddie Mercury (65 anni)

Il 5 settembre 2011 la leggendaria star Freddie Mercury avrebbe compiuto 65 anni.

Un traguardo, secondo Google, che era degno di essere ricordato con una sorta di Sliding Doors animato, come se Freddie vivo e vegeto potesse intrattenere ancora il proprio pubblico.

Pantaloni bianchi e giacchetta di un giallo sfavillante, la star è sul palco, in piedi davanti alla tastiera e canta Don’t Stop Me Now (simbolico e appropriatissimo). Ed ecco che improvvisamente il palco diventa un cielo scalato da una tigre e un’auto che sfreccia veloce, proprio in linea con il testo dell’iconica canzone.

7- Star Trek – 46esimo anniversario

Correva l’anno 1966 e il piccolo schermo stava per accogliere le avventure interstellari di Star Trek, quella che sarebbe diventata una serie sci-fi cult per varie generazioni.

46 anni dopo, l’8 settembre 2012, un Doodle è apparso per celebrare l’anniversario. Realizzato con tecnologie web contemporanee, il Doodle era interattivo ed era stato progettato da un team di ingegneri (e appassionati del famoso telefilm).

I telespettatori (ma anche i curiosi) hanno potuto per un giorno immergersi nelle coinvolgenti atmosfere del mondo del capitano Kirk e di Spock.

Un'immagine del cast di Star TrekHDCBS
Anche Star Trek è stato celebrato dai Doodle

 Puoi interagire con il Doodle di Star Trek sul sito di Google.

6- Il compleanno di Erwin Schrödinger (126 anni)

Chissà come avrebbe festeggiato il proprio 126esimo compleanno Erwin Schrodinger… probabilmente con una torta con tante, tantissime candeline e un gatto con un cotillon in testa.

Google ha deciso di celebrarlo, il 12 agosto 2013, con un Doodle a tema (ovviamente) felino. Ricordate il paradosso del gatto di Schrodinger

Si rinchiuda un gatto in una scatola d'acciaio insieme alla seguente macchina infernale (che occorre proteggere dalla possibilità d'essere afferrata direttamente dal gatto): in un contatore Geiger si trova una minuscola porzione di sostanza radioattiva, così poca che nel corso di un'ora forse uno dei suoi atomi si disintegrerà, ma anche, in modo parimenti probabile, nessuno; se l'evento si verifica il contatore lo segnala e aziona un relais di un martelletto che rompe una fiala con del cianuro. Dopo avere lasciato indisturbato questo intero sistema per un'ora, si direbbe che il gatto è ancora vivo se nel frattempo nessun atomo si fosse disintegrato, mentre la prima disintegrazione atomica lo avrebbe avvelenato. La funzione Ψ dell'intero sistema porta ad affermare che in essa il gatto vivo e il gatto morto non sono degli stati puri, ma miscelati con uguale peso.

Nel Doodle, il gatto è raffigurato nella doppia versione (vivo e morto, cioè diventato un angelo) a ridosso della famosa scatola.

Sullo sfondo, vediamo le formule matematiche che avevano fatto impazzire il fisico ragionando sullo status del gatto.

5- L'anniversario della caduta del Muro di Berlino (25 anni)

A 25 anni dal crollo del Muro di Berlino, che nel 1989 determinò la fine della guerra fredda, Google ha celebrato la cruciale data con un Doodle emozionante e intenso, che mostra immagini d'epoca con il muro in frantumi e poi, anni dopo, quegli stessi pezzi di muro disseminati in tante città: Londra, Madrid, Seoul.

L'evento, considerato dagli storici uno spartiacque del secolo breve, ha traghettato il Novecento verso la contemporaneità, modificando radicalmente gli assetti politici. Nel cielo azzurro berlinese, mentre la gente sta finalmente valicando il muro proibito, troneggiano i caratteri che compongono Google.

4- Il compleanno di Claude Debussy (151 anni)

È impossibile non pensare a un momento romantico durante una notte di luna piena ascoltando la splendida, intramontabile Clair de lune eseguita delicatamente al pianoforte.

Claude Debussy ha fatto la storia e, il 22 agosto 2013, Google ha voluto ricordare il suo 151esimo compleanno con un Doodle a lui dedicato, animato e a tema notte parigina: il Moulin Rouge muove le proprie pale e i lampioni brillano come tante lucciole sulla via della Ville Lumière. In lontananza sfilano i palazzi, le case, e qualche finestra scintilla con la luce accesa, al fianco della schiera di quelle spente e buie.

Scorrono veloci le carrozze, parallele alle piccole barche che solcano le acque silenziose e fruscianti della Senna. 

Appesa al centro del cielo, troneggia l’immancabile luna piena, immensa e impenetrabile.

3- Il compleanno di John Lennon (70 anni)

L’8 ottobre 2010 John Lennon avrebbe compiuto 70 anni.

Impossibile dimenticare la tragedia che colpì uno dei geni musicali più amati del Novecento: l’8 dicembre 1980 il musicista si trovava a New York quando un suo fan, Mark David Chapman, lo uccise a colpi di pistola.

Google ha deciso di onorarlo perché “sembra che ognuno abbia una storia che parla di John Lennon”, come le sue canzoni che raccontano tratti di vita o le serate che tutti abbiamo trascorso con Yesterday, Imagine, Yellow Submarine o tanti altri successi senza tempo dei Beatles.

Il Doodle animato dai tratti stilizzati presenta una rappresentazione della celebre Imagine di John Lennon: fiori diventano farfalle, che a loro volta diventano girandole, in un vortice generale che comunica un messaggio di pace e speranza.

2- Il compleanno di Pac-Man (30 anni)

Tra gli innumerevoli videogiochi, Arcade e non solo, che hanno popolato e letteralmente travolto gli anni ’80 e ’90, non possiamo non riservare un’attenzione speciale al mitico Pac-Man.

La schermata del videogioco di Pac-ManWikipedia
L'unico e inimitabile Pac-Man

Tutti (o quasi) sono finiti almeno una volta nella vita nel loop di Pac-Man, il videogioco ideato da Tohru Iwatani che lancia nel labirinto dei puntini una creatura sferica, Pac-Man, che deve mangiare tutti i punti disseminati senza farsi catturare e divorare dai fantasmi colorati.

Per celebrare il suo 30esimo compleanno, Google ha pensato di ricreare un universo-Pac-Man innestato sui caratteri del proprio logo.

Il Doodle di Pac-Man, apparso il 21 maggio 2010, è stato un’occasione di divertimento (e un bagno di nostalgia!) per gli utenti ma soprattutto è stato il primo Doodle giocabile. Sul sito di Google è possibile provare a cimentarsi con questo mitico Arcade.

1- Il compleanno di Charlie Chaplin (122 anni)

Nell’occasione del 122esimo compleanno di Charlie Chaplin (il 16 aprile 2011), Google ha progettato un delizioso Doodle incentrato sulla figura dell’istrionico mago del cinema.

La fantasia, il linguaggio delle immagini in movimento, le idee stralunate e delicate del cineasta sono state raccolte in un video di oltre 2 minuti che mostra un sosia di Chaplin mentre ha a che fare con il logo di Google.

Il Doodle, che ha ripreso il mood dei film muti e in bianco e nero del regista, ricrea le situazioni surreali e divertenti che hanno rappresentato il cinema muto di Chaplin.

A interpretare il genio del cinema è Mike Dutton, che ha indossato i famosi baffi e la bombetta di Charlie Chaplin.

Qual è il vostro Doodle preferito?

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.