FOX

Alieni, supereroi, viaggi, misteri e tanto altro: i 20 migliori film d'avventura del 2016

di -

Quali sono stati i migliori film di avventura del 2016? Ecco la classifica delle 20 pellicole più rappresentative del genere, tra alieni, mostri... molto umani, spie, supereroi e tanto altro!

I poster di Deadpool, Rogue One: A Star Wars Story, Zootropolis

76 condivisioni 0 commenti 5 stelle

Share

L'anno passato ha regalato grandi emozioni agli amanti della settima arte.

Gli appassionati del grande schermo hanno viaggiato nello spazio e nel tempo, scoperto nuovi mondi, combattuto epiche battaglie, esplorato la complessità dell'animo umano e dei rapporti tra le persone e guardato oltre i confini dell'universo (s)conosciuto.

Ma hanno anche riso di gusto e pianto calde lacrime, hanno avuto paura, si sono commossi e sono rimasti inchiodati alla poltrona fino all'ultima battuta e all'ultimo fotogramma per conoscere il destino dei protagonisti.

Un'esperienza incredibile e piena di magia che noi di MondoFox vogliamo rivivere proponendovi la classifica dei 20 migliori film d'avventura del 2016.

Fateci sapere che cosa ne pensate!

20. Independence Day: Rigenerazione

20 anni dopo, gli alieni tornano all'attacco della Terra per la rivincita. Ma la loro strategia si rivela di nuovo drammaticamente fallimentare. David Levinson, l'ex presidente Thomas J. Whitmore e il redivivo dottor Okun ribadiscono ai visitatori extraterrestri il concetto che non sono i benvenuti e tra effetti speciali spettacolari, esplosioni, sacrifici e (poca) tensione, la pellicola si chiude strizzando l'occhio non solo a un capitolo 3, ma a una lunga saga.

19. La Notte del Giudizio: Election Year

Terzo capitolo del franchise di James DeMonaco iniziato nel 2013 con la Notte del Giudizio, il film segue le vicende della Senatrice Charlie Roan, sopravvissuta allo "Sfogo" del 2022 (rappresentato nella prima pellicola) e intenzionata ad abolire la notte in cui ogni crimine è concesso. La donna sta guadagnando consensi nella corsa alla Casa Bianca e i suoi oppositori pensano di approfittare proprio della letale ricorrenza per eliminarla. La violenza abbonda e l'azione e i colpi di scena non mancano, ma il canovaccio inizia a mostrare la corda. Eppure si parla di una serie TV.

18. Jason Bourne

Dopo l'esperimento poco riuscito di The Bourne Legacy (2012), spin-off del franchise originale con Jeremy Renner nel ruolo del protagonista, con il film di Paul Greengrass la saga torna all'antico, ovvero laddove era rimasta in The Bourne Ultimatum - Il Ritorno dello Sciacallo (2007). Ma inseguimenti, sparatorie, esplosioni e duelli all'ultimo sangue non bastano a rinverdire il mito del più celebre (ex) agente della CIA e la pellicola suona piuttosto come una sorta di requiem per qualcosa che è finito per sempre.

17. Inferno

A 10 anni di distanza da Il Codice Da Vinci e a 8 da Angeli e Demoni, Inferno chiude la trilogia di film basata sugli omonimi libri di Dan Brown. Ancora una volta, alla guida del progetto ci sono Ron Howard e Tom Hanks e la perfetta sintonia tra i due ha un ruolo fondamentale nella riuscita della pellicola, che come (quasi) tutti i capitoli "n" dei franchise risente di un po' di stanchezza. Ma nonostante ciò, l'attualità dei temi trattati rende il film interessante e avvincente quanto basta per seguirlo fino alla fine con il fiato sospeso.

16. Mine

Vera e propria sorpresa del 2016, Mine è un film di avventura atipico, perché per gran parte del tempo il protagonista è bloccato in mezzo al deserto, impossibilitato a muoversi dopo avere messo un piede su una mina. Ma la tensione che scaturisce dalla situazione e la dimensione psicologica esplorata dai registi gli regalano una dinamicità e un pathos che non fanno per nulla rimpiangere l'azione per così dire "classica". E il significato tutt'altro che scontato della storia dà alla pellicola una marcia in più tra quelle di genere.

15. Miss Peregrine - La Casa dei Ragazzi Speciali

Basato sul romanzo La Casa per Bambini Speciali di Miss Peregrine di Ransom Riggs, il film di Tim Burton è un elogio della diversità, dell'amicizia e del coraggio di mettersi in gioco e di andare alla ricerca di sé stessi, abbracciando le conseguenze di ciò che il viaggio (reale e metaforico) rivela. Nella pellicola il tempo è un elemento chiave, così come la sua gotica e affascinante custode Miss Peregrine, e tra paradossi e scorribande tra passato, presente e futuro invita a riflettere sul valore dell'oggi e sulla caducità dell'esistenza.

14. The Nice Guys

Il film racconta la storia di un'improbabile coppia di detective impegnata nella soluzione di un caso che (apparentemente) riguarda la scomparsa di una ragazza che ha chiesto l'aiuto di entrambi, ma in realtà i veri protagonisti sono gli anni '70 e un genere poliziesco che oscilla tra trash e noir, fisicità e non detto. Il risultato è una pellicola divertente, per certi versi ingenua e per altri furbissima, che deve il suo successo all'incredibile chimica tra Russell Crowe e Ryan Gosling.

13. Il GGG - Il Grande Gigante Gentile

Nella vicenda del Grande Gigante Gentile (GGG) che rapisce la piccola Sophie per raccontarle della magia e del mondo dei sogni c'è tutto il cinema di Steven Spielberg. Ma c'è anche la grande sensibilità narrativa e la forza evocativa di Roald Dahl, non a caso uno dei più importanti autori di libri per ragazzi. Come tutte le favole, la storia ha tante chiavi di lettura ed è ricca di insegnamenti per tutti coloro che sanno e vogliono ascoltare.

12. Il Drago Invisibile

La storia di Pete e del drago verde e all'occasione invisibile Elliot fa parte della cultura popolare e riproporla riveduta e aggiornata sembrava un grosso rischio. Ma il bravo David Lowery (A Ghost Story) ha vinto la scommessa e ha portato sullo schermo tutti i temi cari a Disney, mescolandoli a riflessioni moderne e a insegnamenti senza tempo in una pellicola forse un po' ingenua, ma di grande impatto emotivo.

11. Free State of Jones

Ispirato a fatti realmente accaduti, il film racconta la storia del contadino Newton Knight, aiuto medico dell'Esercito Confederato, che dopo avere assistito alla morte del nipote sul campo di battaglia decide di disertare. Ma a casa la situazione non è migliore che al fronte e l'uomo si ritrova a capo di una vera e propria ribellione, che culmina nell'istituzione dello Stato Libero di Jones. La pellicola è interpretata dal sempre bravo e convincente Matthew McConaughey e ha un innegabile fascino, ma pecca di una sorta di "bulimia narrativa" che le toglie pathos e la rende meno avvincente di come potrebbe essere.

10. Sully

L'evento centrale del film è il "Miracolo sull'Hudson", ovvero l'ammaraggio sulle acque gelide del fiume che scorre in mezzo a New York effettuato nel 2009 dal pilota Chesley "Sully" Sullenberger con un aereo su cui viaggiavano 155 persone. Ma la storia raccontata da Clint Eastwood non è tanto quella dell'episodio in sé, quanto dell'uomo che l'ha scritta prendendo una decisione drammatica. Ed è proprio sul processo al quale "Sully" viene sottoposto per la sua scelta che il regista sviluppa una pellicola intensa e piena di significati.

9. Captain Fantastic

La storia di Ben Cash, padre che ha scelto per i propri figli una vita lontana dalla civiltà e dal materialismo e dalla superficialità dei tempi moderni, non è solo l'incredibile avventura di una famiglia che vive nei boschi, ma anche una riflessione complessa sulla natura umana, sulle relazioni tra le persone e sul difficile ruolo di genitore. Una sorta di favola contemporanea, che dei racconti della tradizione ha gli stessi molteplici significati e la medesima lieve nota malinconica.

8. Oceania

Il lungometraggio animato è un film d'avventura a tutto tondo, perché narra il viaggio reale e metaforico della figlia del capo Maori Vaiana alla ricerca dell'identità perduta del proprio popolo e della sua. La protagonista non è una principessa e non ha bisogno di affermare il proprio ruolo, ma è una giovane donna in formazione, affamata di vita, di nuovi orizzonti e di risposte. E da questa prospettiva, il 56esimo classico Disney alza ancora l'asticella per quanto riguarda la rappresentazione del mondo femminile.

7. Alla Ricerca di Dory

13 anni dopo, gli abitanti della Grande Barriera Corallina sono i protagonisti di una nuova avventura in cui, ancora una volta, i legami familiari e l'amicizia hanno un ruolo di primo piano. La pesciolina smemorata Dory vuole ritrovare i propri genitori e Nemo e suo papà Marlin l'accompagnano a cercarli. Ma come sempre il destino si mette di traverso e, prima del lieto fine (di rigore), i 3 devono affrontare molti ostacoli... facendo ridere e palpitare gli spettatori.

6. Animali Fantastici e Dove Trovarli

Ispirato all'omonimo pseudobiblium utilizzato dagli studenti di Hogwarts e di fatto spin-off della saga di Harry Potter, il film che racconta le vicende del magizoologo Newt Scamander è una storia fantastica come le altre basate sui libri di J. K. Rowling, ma allo stesso tempo più matura e "cupa". Per questo, non è e non vuole essere una sorta di "consolazione" per gli orfani del maghetto, bensì si pone come l'inizio di una nuova, lunga avventura.

5. Capitan America: Civil War

La battaglia di Sokovia ha tracciato un confine e gli stati sovrani decidono che l'attività dei Vendicatori deve essere monitorata. Contro ogni aspettativa (o forse no), Iron Man è d'accordo, mentre Capitan America si dice contrario. Dalla contrapposizione tra i due prende il via un conflitto destinato a cambiare per sempre il destino e la storia di tutti i supereroi. Il film è pieno di avventura e di azione come sempre, ma tra le righe si legge la malinconia per la fine di un'epoca e la paura di quello che verrà. Non solo nella finzione.

4. Doctor Strange

La storia di Doctor Strange ha impiegato 30 anni per arrivare sul grande schermo, ma ne è valsa la pena. Benedict Cumberbatch è perfetto nella parte dell'infallibile neurochirurgo altezzoso e arrogante, che si riscopre "umano" quando viene privato della sua più grande abilità e decide di partire alla volta del misterioso Nepal per riconquistarla. Così come nella successiva trasformazione in Strange. E la sceneggiatura e i personaggi ben scritti e gli effetti speciali a dir poco spettacolari completano una pellicola che rappresenta un unicum nell'Universo Marvel ed è forse la sua migliore espressione.

3. Zootropolis

Judy è una coniglietta che sogna di diventare poliziotta. Nick è una volpe che campa di espedienti. Entrambi vivono a Zootropolis e per uno strano caso del destino finiscono per collaborare per risolvere il mistero della scomparsa di 14 abitanti della capitale. La trama sembra uguale a tante altre, ma la scelta di Disney di utilizzare nella pellicola solo animali antropomorfi e nessun uomo e la presenza di temi tutto meno che scontati fanno di Zootropolis un piccolo gioiello. E infatti il film ha vinto Oscar e Golden Globe.

2. Deadpool

Vero e proprio fenomeno cinematografico del 2016, Deadpool è il frutto della perseveranza di Ryan Reynolds, che ha creduto nel Mercenario Chiacchierone anche quando nessuna major era pronta a scommettere un dollaro sul progetto. L'attore ha scritto i dialoghi del film mentre girava Lanterna Verde (!) e si è circondato di una squadra che ha saputo portare sullo schermo tutta la follia e l'irriverenza di Wade Wilson. Il resto è storia e... Deadpool 2.

1. Rogue One: A Star Wars Story

Fino a dicembre 2016, la curiosità per l'idea di Disney di realizzare uno spin-off sulle spie ribelli che erano riuscite a rubare i piani tecnici della Morte Nera andava di pari passo con un enorme scetticismo. Ma quando il film è arrivato in sala, c'è stato spazio solo per l'entusiasmo. La pellicola di Gareth Edwards ha "completato" la trilogia originale di Guerre Stellari, restituendo ai fan qualcosa che mancava, e ha scritto un nuovo, bellissimo e struggente capitolo della storia inventata da George Lucas nel lontano (lontano) 1977...

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.