FoxComedy  

The Big Bang Theory è stata rinnovata per 2 stagioni: è ufficiale!

di -

È ufficiale: Sheldon, Leonard, Penny e tutta la combriccola faranno compagnia ai fan fino al 2019. The Big Bang Theory è stata rinnovata per altre 2 stagioni.

Il cast di The Big Bang Theory impegnato nel rito del pranzo

3k condivisioni 0 commenti 4 stelle

Share

Dopo essere rimasti a lungo con il fiato sospeso, i fan di The Big Bang Theory hanno ricevuto la notizia che aspettavano da tempo: la serie è stata rinnovata per 2 stagioni.

Secondo quanto scrive Variety, l'accordo è il frutto di una lunga negoziazione e il principale ostacolo al suo raggiungimento è stato superato nel mese di febbraio, quando Jim Parsons, Johnny Galecki, Kaley Cuoco, Kunal Nayyar e Simon Helberg hanno accettato la nuova proposta contrattuale di CBS e Warner Bros. TV.

All'appello mancano ancora i "sì" di Mayim Bialik e Melissa Rauch, ma in base alle informazioni raccolte da The Hollywood Reporter, le 2 sono attese a giorni a un nuovo appuntamento con la produzione che dovrebbe essere risolutivo.

The Big Bang Theory: le ultime novità

Il cast di The Big Bang Theory ai People's Choice Awards 2017HDGetty Images
Il cast di The Big Bang Theory sul red carpet dei People's Coiche Awards 2017

Dai rumors all'ufficialità c'è voluto un po' di tempo, ma ora è certo: Sheldon, Leonard, Penny e tutta la combriccola regaleranno ancora tanto divertimento e buonumore agli spettatori.

The Big Bang Theory andrà in onda per altri 2 anni fino al 2019, per un totale di 48 episodi, e la (ulteriore) buona notizia per i fan è che non sarà l'unico show sui nerd più famosi del mondo.

Come annunciato nei giorni scorsi, nel 2018 CBS lancerà lo spin-off sul giovane Sheldon, al quale molto probabilmente la serie madre farà da "traino" nel prime time del giovedì sera, giorno in cui va on onda negli USA.

In realtà, nel nuovo show ci sarà solo Jim Parsons (ed esclusivamente nei panni di voce narrante), ma è lecito immaginare che le somiglianze con The Big Bang Theory saranno molte, dal momento che lo spin-off porta la firma di Chuck Lorre, Steven Molaro e Todd Spiewak.

TBBT e il "caso" dei contratti di Mayim Bialik e Melissa Rauch

The Big Bang Theory è stata ufficialmente rinnovata per le stagioni 11 e 12, ma come scrive The Hollywood Reporter la produzione non ha ancora raggiunto un accordo con Mayim Bialik e Melissa Rauch.

Immaginare la serie senza di loro è impossibile e per questo è legittimo pensare che la conclusione positiva della trattativa sia vicina.

He's singing "oklahoma" in this picture. That's @therealjimparsons for ya.

A post shared by mayim bialik (@missmayim) on

A rendere complessa la negoziazione con le 2 attrici è il gap salariale con i colleghi. Mentre i 5 membri del cast originale percepiscono 1 milione di dollari a episodio, Mayim e Melissa ne ricevono tra 175mila e 200mila.

Come riporta ancora The Hollywood Reporter, le interpreti di Amy e Bernadette non si aspettano di ottenere lo stesso trattamento, ma "almeno" di arrivare a una cifra intorno ai 400mila dollari.

E il traguardo potrebbe essere vicino, anche grazie alla decisione delle loro co-star di decurtarsi lo stipendio di 100mila dollari (scendendo così a 900mila dollari a episodio), per permettere alla produzione di "recuperare" fondi per pagare di più Mayim e Melissa.

I numeri di The Big Bang Theory

The Big Bang Theory va in onda dal 2007 e stando a quanto scrive CNN Entertainment (che cita CBS) è la sitcom di maggior successo in fatto di pubblico dal 2010.

Per la stagione in corso, la media di spettori a episodio negli USA è di oltre 19 milioni, con un rating "monster" di 5.1 nella fascia tra i 18 e i 49 anni.

Il cast di The Big Bang TheoryHDCBS
Il cast al completo di The Big Bang Theory

D'altra parte, la serie ha dei costi altissimi (basta pensare agli stipendi degli attori), ma sempre secondo CNN Entertainment CBS avrebbe comunque dei vantaggi anche se la produzione fosse in perdita.

L'ottima valutazione di The Big Bang Theory permette al network di "sperimentare" con rischi tutto sommato moderati e i diritti di trasmissione (dei nuovi episodi e delle repliche) garantiscono degli introiti cospicui.

Non solo. Il pubblico della sitcom targata Chuck Lorre è molto ambito dagli studi cinematografici per piazzare la pubblicità dei film in uscita nel weekend (tanto più perché la serie va in onda di giovedì) e lo stesso show è un traino ideale per il lancio di nuovi format. Proprio come nel caso dello spin-off sul giovane Sheldon.

Un vero e proprio "tesoro", che fa ben sperare i fan in merito alla decisione di un nuovo ulteriore rinnovo alla scadenza dei 2 anni negoziati ora.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.